Eventi HomepageEventi La Boa Cuneo centro

IN ARRIVO LE OCCUPAZIONI CULTURALI DI “BOARDERS”

ad aprile e maggio nel quartiere Cuneo Centro

Si chiama “BOARDERS – occupazioni culturali nel quartiere Cuneo Centro” la nuova proposta che LA.B.O.A. Cuneo Centro porterà sul territorio cittadino tra i mesi di aprile e maggio 2022. Un percorso culturale che prevede un calendario di iniziative destinare a target differenti (famiglie con bambini, studenti, adulti) attraverso momenti di incontro, riflessione, racconto, creazione e co-creazione artistica che occuperanno spazi e luoghi urbani.

 

Focus tematico e spaziale dell’iniziativa sarà l’area urbana compresa tra Corso Giolitti e Corso Dante, vicina ai movimenti della Stazione ferroviaria e del Movicentro. Uno degli spazi maggiormente interculturali della città, nel quale le dinamiche di cambiamento in atto, oggetto fondamentale della ricerca sviluppata nell’ambito del progetto, si fanno più sentire. In esso, in Via Silvio Pellico 1, da poche settimane è nato lo Spazio La Boa Cuneo Centro, che sarà il punto di riferimento delle prossime attività realizzate nell’ambito della strategia.

 

Il progetto nasce dal rafforzamento delle azioni de LA.B.O.A. voluto dal Comune di Cuneo, anche su sollecitazione del Comitato di Quartiere Cuneo Centro.

Con la volontà di saldare il lavoro sociale che gli educatori professionali dell’équipe LA.B.O.A. svolgono dal 2020 ad un intervento di tipo culturale, nella progettazione e messa in opera è stata attivata una collaborazione con noau | officina culturale, realtà che da anni opera sul territorio provinciale nei campi della progettazione culturale, della valorizzazione e dell’innovazione sociale.

 

L’obiettivo di BOARDERS è offrire un’opportunità di cambiare sguardo e prospettiva su alcune dinamiche e costruire insieme alla comunità una visione di futuro condivisa, partendo dalla bellezza. Le azioni, che si svilupperanno dall’inizio di aprile, propongono strumenti creativi e artistici per innescare processi che possano rendere il quartiere più vivibile, stimolando sia i residenti sia gli interessati a dare il proprio contributo concreto.

 

Si inizierà il 2 aprile alle 16:00 con “i miei vicini”, la prima delle “Boarders stories”, tre appuntamenti (seguiranno il 23 aprile e il 14 maggio) di lettura e scoperta per bambini dai 5 agli 11 anni presso il nuovo Spazio La Boa in via Silvio Pellico 1, nei quali raccontare di confini, sguardi, trasformazioni, punti di vista e modi di scoprire attraverso storie vicine e lontane. I laboratori saranno curati da noau officina culturale in collaborazione con la Biblioteca 0-18 di Cuneo.

A partire dalla fine di marzo e per tutto aprile, in periodi non continuativi, il quartiere ospiterà Nicolò Filippo Rosso, fotografo documentarista di origini cuneesi ma che vive e lavora in tutto il mondo fotografando i fenomeni storici delle migrazioni soprattutto nell’America Latina. Nicolò, che negli ultimi anni ha ricevuto premi quali il World Press Photo, il Eugene Smith Fund Grant, il Premio Amilcare Ponchielli e i cui reportage sono pubblicati sulle principali riviste e quotidiani in Europa, Stati Uniti, Canada e Colombia, con la forma della residenza d’artista scoprirà e narrerà attraverso l’immagine la vita quotidiana di chi il quartiere lo abita, lo vive e lo frequenta ogni giorno, in un mix di usanze e culture diverse, unite nella stessa esistenza umana.

Nicolò sarà protagonista venerdì 8 aprile alle 18:30 del primo “Talk about Boarders”, incontro di approfondimento sulla sua esperienza di racconto delle frontiere del cambiamento attraverso lo strumento fotografico: l’appuntamento si terrà presso il Movicentro (Piazzale della Libertà 16). Seguirà venerdì 6 maggio alle 18:30 (presso il cortile dell’Asilo Nido I Girasoli in Via Silvio Pellico 5) un secondo talk sul tema dell’arte pubblica e del suo ruolo di attivazione civica verso processi di trasformazione. Protagonisti saranno i ragazzi del Collettivo Franco di Bologna: progettisti, illustratori, grafici, designer e printmaker che mettono in pratica un metodo di lavoro sperimentale, inclusivo, politico e sociale fortemente teso all’attivazione del pensiero creativo e dell’immaginazione collettiva.

Sarà il Collettivo Franco a gestire due proposte che si svolgeranno in parallelo sabato 7 e domenica 8 maggio, al pomeriggio, presso lo Spazio La Boa e in un’area pedonale all’incrocio tra Via Silvio Pellico e il Piazzale della Libertà. Tutti gli interessati potranno partecipare a “Making Boarders”, cantiere aperto di costruzione di un’installazione temporanea che diventerà la Boarders Gallery, uno spazio espositivo per ospitare future mostre a cielo aperto. Il cantiere aperto sarà uno spazio di incontro e aggregazione culturale per attirare l’attenzione sul quartiere in modo creativo.

Dedicato invece a ragazze e ragazzi tra i 15 e i 25 anni “Boarders Future”, workshop di poster art e serigrafia ispirato a testimonianze raccolte nel quartiere sulle visioni del futuro.

I poster prodotti costituiranno la prima mostra temporanea che occuperà la Boarders Gallery: essi saranno sostituiti dalla mostra delle fotografie realizzate da Nicolò Filippo Rosso nel quartiere, che verrà inaugurata sabato 28 maggio alle 16:00 insieme all’ultimo talk di approfondimento con la Rete Italiana di Cultura Popolare, a chiusura di un percorso culturale e artistico che possa aprire le porte ad una nuova vivibilità del quartiere attraverso la condivisione degli spazi urbani.

laBoa_v1_loghi_600

www.laboacuneo.it